clicca per info

MODUGNO: ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO PRESSO IL COMUNE

Un'ora di educazione civica col Sindaco di Modugno, Nicola Magrone per i ragazzi del "T. Fiore" che stanno svolgendo il programma obbligatorio di "alternanza scuola-lavoro" presso il Servizio dell'Avvocatura Comunale......

ALLA BOSCH TECNOLOGIE DIESEL DI MODUGNO IL PREMIO IMPRESE X INNOVAZIONE 2018

La società del Gruppo Bosch - Tecnologie Diesel con sede a Modugno, ha ricevuto il “Premio Imprese x Innovazione 2018” promosso da Confindustria...

MODUGNO: FINO AL 18 FEBBRAIO RITIRO DEL CONTRIBUTO LIBRI PER L'ANNO SCOLASTICO 2018/19

Sono stati approvati gli elenchi degli aventi diritto al contributo libri per l'anno scolastico 2018/2019 e degli esclusi. Fino a 18 Febbraio ritiro del contributo. Di seguito i dettagli...

MODUGNO - INCONTRO SUL DISAGIO SOCIALE: “IL MOTORE DEL CAMBIAMENTO DEVONO ESSERE I CITTADINI"

Pubblichiamo il resoconto dell'evento tenutosi ieri 7 Febbraio a Modugno, sul tema del disagio sociale...

PARATA DELLE FAVOLE AL CENTRO COMMERCIALE AUCHAN MODUGNO

Un magico mondo con musica, balli e i personaggi delle storie più amate dai bambini...    

“IL DISAGIO SOCIALE A MODUGNO”: GIOVEDI' 7 FEBBRAIO EVENTO ORGANIZZATO DA RINASCITA PER MODUGNO

“Il disagio sociale a Modugno – Le politiche e i Servizi sociali a Modugno” è il titolo dell’incontro che l’associazione “Rinascita per Modugno” organizzerà GIOVEDÌ prossimo, 7 febbrai...

MODUGNO: APPROVATO IL PROGETTO DEFINITIVO PER LA RIPARAZIONE DEL PONTE SULLA SS 96

La Giunta Comunale ha approvato ieri sera il progetto esecutivo-definitivo di intervento di riparazione del ponte sovrastante la Strada Statale 96. A breve procedura d'urgenza per l'affidamento dei lavori di ripristino...  

LA JUVENTUS E LA CHAMPIONS: UNA VERA E PROPRIA OSSESSIONE

"Vincere non è importante, è l’unica cosa che conta". Questa frase, pronunciata da Gianpiero Boniperti, volto storico e bandiera della società bianconera, ancora oggi viene recitata come un mantra da parte di d...

APERTA A MODUGNO SEZIONE CITTADINA DI "ITALIA IN COMUNE"

Si è costituita nei giorni scorsi, anche a Modugno, la sezione cittadina di “Italia in Comune”, Coordinatore del gruppo è stato nominato l’ingegnere Antonello Corriero, con vicecoordinatore Pino Pascazio, milit...

  • MODUGNO: ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO PRESSO IL COMUNE

    Giovedì 14 Febbraio 2019 15:44
  • ALLA BOSCH TECNOLOGIE DIESEL DI MODUGNO IL PREMIO IMPRESE X INNOVAZIONE 2018

    Lunedì 11 Febbraio 2019 17:12
  • MODUGNO: FINO AL 18 FEBBRAIO RITIRO DEL CONTRIBUTO LIBRI PER L'ANNO SCOLASTICO 2018/19

    Lunedì 11 Febbraio 2019 16:49
  • MODUGNO - INCONTRO SUL DISAGIO SOCIALE: “IL MOTORE DEL CAMBIAMENTO DEVONO ESSERE I CITTADINI"

    Venerdì 08 Febbraio 2019 15:03
  • PARATA DELLE FAVOLE AL CENTRO COMMERCIALE AUCHAN MODUGNO

    Lunedì 04 Febbraio 2019 13:58
  • “IL DISAGIO SOCIALE A MODUGNO”: GIOVEDI' 7 FEBBRAIO EVENTO ORGANIZZATO DA RINASCITA PER MODUGNO

    Venerdì 01 Febbraio 2019 15:09
  • MODUGNO: APPROVATO IL PROGETTO DEFINITIVO PER LA RIPARAZIONE DEL PONTE SULLA SS 96

    Mercoledì 30 Gennaio 2019 14:56
  • LA JUVENTUS E LA CHAMPIONS: UNA VERA E PROPRIA OSSESSIONE

    Martedì 29 Gennaio 2019 15:03
  • APERTA A MODUGNO SEZIONE CITTADINA DI "ITALIA IN COMUNE"

    Martedì 29 Gennaio 2019 11:06

modugno-auchan-favole

Segui Redazione Online Network su Facebook


Home

ALTRE NOTIZIE:     Binetto     Bitetto     Grumo     Sannicandro      Toritto


Condividi questa pagina sui Social

DIGITAL DIVIDE: ECCO LA RICETTA PER SUPERARLO IN ITALIA

PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione Online Network    Giovedì 12 Luglio 2018 08:14

Negli ultimi anni abbiamo spesso sentito parlare di digital divide in Italia, ma di cosa si tratta? Semplicemente del divario che c’è tra chi ha accesso adeguato a internet e chi non ce l’ha, per scelta o meno...

 

Digital Divide: ecco la ricetta per superarlo in Italia



 

Negli ultimi anni abbiamo spesso sentito parlare di digital divide in Italia, ma di cosa si tratta? Semplicemente del divario che c’è tra chi ha accesso adeguato a internet e chi non ce l’ha, per scelta o meno. Da questo ne deriva una esclusione dai vantaggi della società digitale. Con danni socio-economici e culturali per chi ne è colpito. Chi è escluso dal digitale – per scelta o per caso fortuito – ne perde i vantaggi. Con un danno socio-economico e culturale. Se le aziende, soprattutto le più piccole, hanno finalmente intuito l’importanza di adottare all’interno della propria routine produttiva tecnologia ed in particolare internet partendo dagli strumenti più basilari ma efficienti come il fax virtuale, diversa è la situazione per i cittadini che hanno poche possibilità.
 


E poiché chi è in digital divide – secondo gli studi, come Istat – è spesso di un ceto sociale già svantaggiato, entra in un circolo vizioso. Di crescente povertà ed esclusione. Cerchiamo di tracciarne i confini, per trovare anche le strade giuste per combattere il fenomeno. Tra le categorie più minacciate dall’esclusione digitale vi sono i soggetti anziani (cd. “digital divide intergenerazionale”), le donne non occupate o in particolari condizioni (cd. “digital divide di genere”), gli immigrati (cd. “digital divide linguistico-culturale”), le persone con disabilità, le persone detenute e in generale coloro che, essendo in possesso di bassi livelli di scolarizzazione e di istruzione, non sono in grado di utilizzare gli strumenti informatici.

In Europa il digital divide di primo livello, secondo la Commissione Europea, è la mancata copertura di banda larga fissa ad almeno 2 Megabit (Adsl, cavo coassiale – che in Italia manca – o fixed wireless). In Italia questo dato di digital divide riguarda una popolazione di pochi punti percentuali (meno dell’1 per cento secondo quanto riportano gli operatori, ma ultime rilevazioni Agcom tendono a rivedere al rialzo questo dato, fino al 4 per cento circa nel 2018, considerando anche problemi tecnici sulla linea che in effetti impediscono l’attivazione del servizio).

In Italia il digital divide è causato prevalentemente dalla mancanza di infrastrutture adeguate e riguarda la mancanza di un collegamento ad internet veloce. Alcune zone del nostro Paese, infatti non sono raggiunte dalla banda larga per cui circa il 12% della popolazione italiana si trova a vivere in condizione di digital divide. Probabilmente se si guardasse in avanti si potrebbe notare quanto un investimento sulle tecnologie e sul futuro non sia uno spreco di denaro, bensì un’opportunità di crescita.


Digital Divide in Puglia

Il fenomeno del Digital Divide si estende in tutta la penisola, con particolare attenzione ad alcune regioni come la Puglia, la Calabria e la Sardegna. Complessivamente la copertura del servizio non risulta uniforme tra le aree metropolitane e aree a bassa densità di popolazione, dove l'investimento non assicura una remuneratività in tempi brevi. Queste aree sono caratterizzate da deficit infrastrutturali o dalla mancanza di tecnologie più evolute che limitano le potenzialità di accesso a Internet. Molto buoni i dati in Puglia dove su una popolazione residente pari a 4,089 milioni di abitanti c'è una copertura con Banda Larga (ADSL) pari al 95,7% e con Banda Larga (solo wireless) pari al 2,9%.

 

(m.p.)

 

 

 

 

 

 
 
 
Ultimo aggiornamento Lunedì 27 Agosto 2018 14:58
 

REDAZIONE ON LINE

alt
alt

Gruppo Grumonline su Facebook

Gruppo Modugnonline su Facebook

 

Community Login

L'iscrizione è GRATUITA!

I nostri lettori

3191291
OggiOggi889
IeriIeri2755
Questa settimanaQuesta settimana18329
Questo meseQuesto mese45611
TotaleTotale3191291
Modugnonline.it