clicca per info

MODUGNO: GIOVEDI' 14 DICEMBRE INCONTRO SULLA VARIANTE EDILIZIA

Si svolgerà giovedì 14 Dicembre a Modugno un Incontro Pubblico nel Palazzo della Cultura riguardante la variante che disciplina l'edilizia nelle zone B1, B2 e B3, cioè nelle aree maggiormente edificate della città.....

A MODUGNO "LA CASA DI BABBO NATALE" FINO AL 26 DICEMBRE

Fino al 26 Dicembre "La Casa di Babbo Natale" a Modugno, con una serie di eventi ed iniziative...

MODUGNO: XXIV EDIZIONE DELL'ASSEGNAZIONE DELLE BORSE DI STUDIO "PAOLO DE BENEDICTIS"

Si svolge quest’anno la XXIV edizione della cerimonia di consegna delle borse di studio intitolate a Paolo De Benedictis. Un riconoscimento che da ventiquattro anni la scuola Dante Alighieri di Modugno tributa agli alunni che si sono li...

MODUGNO: IL 16 DICEMBRE "CONCERTO DI NATALE" DELLA SCUOLA DANTE ALIGHIERI

Sabato 16 dicembre l’orchestra della scuola secondaria di I grado Dante Alighieri di Modugno formata dagli studenti delle classi a indirizzo musicale e il coro Voci per voi augureranno il buon Natale in musica a tutti i presen...

AUGURI DI BUONA IMMACOLATA A TUTTI I NOSTRI LETTORI

In questo giorno di festa, di amore e...di tanto cibo, ogni desiderio possa entrare a far parte della vostra vita. Tanti auguri a voi, fedeli lettori, di Buona Immacolata dalla "Redazione On Line Network"...

MODUGNO: AL VIA IL CONCORSO NATALE ECO-FRIENDLY. ADESIONI ENTRO IL 12 DICEMBRE

Al via il concorso “Natale eco-friendly in vetrina! La vetrina più bella con materiale di recupero” voluto da Navita Srl per i commercianti di Modugno e Bitetto per l'Aro Ba2. Adesioni entro il 12 Dicembre...

ANCHE IL PD MODUGNO RIBADISCE IL NO ALL'INCENERITORE

Anche il Partito Democratico di Modugno entra nel fronte del no alla possibile realizzazione di un inceneritore nella zona industriale alle porte di Modugno. Di seguito parte del Comunicato Stampa dove viene richiesta anche una conferenza cittadin...

MODUGNO: PARTE UNA PETIZIONE ONLINE PER DIRE NO ALL'INCENERITORE

Si allarga sempre più il fronte del no alla possibile realizzazione di un inceneritore alle porte di Modugno. In questi giorni il Movimento Italia Giusta Secondo Costituzione ha lanciato anche una petizione online...

IL SINDACO MAGRONE SULLA QUESTIONE EX-OM:"TROPPI SILENZI SU QUESTA VICENDA"

Il Sindaco del Comune di Modugno ha raggiunto i lavoratori e le rappresentanze sindacali organizzati in un presidio davanti ai cancelli chiusi dello stabilimento ex Om Carrelli ed ha parlato di una vicenda sulla quale si stanno "cumulando tro...

  • MODUGNO: GIOVEDI' 14 DICEMBRE INCONTRO SULLA VARIANTE EDILIZIA

    Martedì 12 Dicembre 2017 16:40
  • A MODUGNO "LA CASA DI BABBO NATALE" FINO AL 26 DICEMBRE

    Martedì 12 Dicembre 2017 16:35
  • MODUGNO: XXIV EDIZIONE DELL'ASSEGNAZIONE DELLE BORSE DI STUDIO "PAOLO DE BENEDICTIS"

    Martedì 12 Dicembre 2017 16:21
  • MODUGNO: IL 16 DICEMBRE "CONCERTO DI NATALE" DELLA SCUOLA DANTE ALIGHIERI

    Martedì 12 Dicembre 2017 16:10
  • AUGURI DI BUONA IMMACOLATA A TUTTI I NOSTRI LETTORI

    Venerdì 08 Dicembre 2017 10:53
  • MODUGNO: AL VIA IL CONCORSO NATALE ECO-FRIENDLY. ADESIONI ENTRO IL 12 DICEMBRE

    Giovedì 07 Dicembre 2017 12:14
  • ANCHE IL PD MODUGNO RIBADISCE IL NO ALL'INCENERITORE

    Giovedì 07 Dicembre 2017 11:54
  • MODUGNO: PARTE UNA PETIZIONE ONLINE PER DIRE NO ALL'INCENERITORE

    Giovedì 07 Dicembre 2017 11:46
  • IL SINDACO MAGRONE SULLA QUESTIONE EX-OM:"TROPPI SILENZI SU QUESTA VICENDA"

    Martedì 05 Dicembre 2017 16:47
Home Notizie TRAFFICO DI RIFIUTI DALLA CAMPANIA ALLA PUGLIA, 19 ARRESTI. FINANZA ALL'OPERA ANCHE A MODUGNO

ALTRE NOTIZIE:     Binetto     Bitetto     Grumo     Sannicandro      Toritto


TRAFFICO DI RIFIUTI DALLA CAMPANIA ALLA PUGLIA, 19 ARRESTI. FINANZA ALL'OPERA ANCHE A MODUGNO

PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione Online Network    Sabato 10 Giugno 2017 18:21

Traffico organizzato di rifiuti in concorso, corruzione, realizzazione e gestione di discarica abusiva e falso ideologico in atto pubblico. Finanza all'opera anche a Modugno...

 

Traffico organizzato di rifiuti in concorso, corruzione, realizzazione e gestione di discarica abusiva e falso ideologico in atto pubblico. Sono queste le principale accuse mosse dalla Guardia di Finanza nei confronti di 46 indagati (42 persone fisiche e 4 società) nell’ambito dell’operazione “In Daunia Venenum” che ha portato anche al sequestro preventivo di beni per un valore di oltre 9 milioni di euro.
 
All’esito delle complesse attività investigative, condotte dai militari del Nucleo di Polizia Tributaria di Bari e dal personale del Commissariato della Polizia di Stato di Manfredonia, il GIP presso il Tribunale di Bari ha quindi disposto l’applicazione di 19 misure cautelari personali: 5 in carcere, 9 ai domiciliari, 2 obblighi di dimora, 2 divieti di dimora e 1 divieto di esercizio dell’attività d’impresa.

In queste ore oltre 130 uomini della Guardia di Finanza e della Polizia di Stato che stanno operando per l’esecuzione delle ordinanze nelle città di Bari, Modugno, Mola di Bari, Gravina in Puglia, Barletta, San Severo, Cerignola, Zapponeta, Casalnuovo di Napoli, Pozzuoli, Pollena Trocchia, Mariglianella e Napoli.

In particolare i sequestri hanno per oggetto numerosi conti di due delle società coinvolte e di alcune delle persone fisiche indagate, le quote societarie e l’intero compendio aziendale di una delle società stesse e, infine, 70 ettari di terreno situate nelle zone di Manfredonia, San Severo, Zapponeta e San Paolo Civitate, oggetto di sversamenti illeciti di rifiuti speciali. Contemporaneamente, è stata data esecuzione a 9 decreti di perquisizione locale nei confronti di alcuni degli indagati.

Il traffico dei rifiuti, monitorato attraverso una capillare attività investigativa supportata dall’ utilizzo di sofisticata strumentazione tecnica, si è sviluppato lungo la direttrice Napoli- Foggia e ha disvelato l’esistenza di una organizzazione criminale che ha riversato, illecitamente, una ingente quantità di rifiuti nell’agro di Manfredonia e di altre zone della provincia dauna, con la complicità di una società di servizi ambientali di San Severo nonché attraverso l’impiego di automezzi di un’impresa di Casalnuovo di Napoli.

Questo lo schema con cui si svolgeva l’attività delittuosa: i rifiuti, provenienti dalle province di Napoli e Caserta, venivano dapprima convogliati presso la società di servizi ambientali di San Severo con quantitativi assolutamente superiori rispetto a quanto consentito dall’’autorizzazione provinciale, per essere successivamente smaltiti (dopo una mera parvenza di trattamento di compostaggio) su terreni - che venivano, di fatto, utilizzati come discariche- nella disponibilità della stessa società odi terzi rivelatisi, talvolta, soggetti compiacenti.

Il totale del materiale illecitamente sversato, dal 2010 al 2014, è stato quantificato in circa 100mila tonnellate. In connessione con questi illeciti, sono state accertate ulteriori condotte delittuose, tra cui alcuni reati di falso ideologico nonché alcuni episodi di corruzione che vedono coinvolto un pubblico ufficiale, dirigente di una Unità Operativa Complessa dell’Arpa Puglia: uno dei due episodi riguarderebbe la bonifica di un terreno nell'area dell'ex Fibronit di Bari attraverso cui l’uomo avrebbe ottenuto l'assunzione del figlio.
 
 
 

Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti. LA REDAZIONE NON E' RESPONSABILE DEI COMMENTI INSERITI: l'autore si assume tutte le responsabilità sul contenuto del proprio commento. I commenti diffamatori saranno consegnati alle autorità competenti, che potranno risalire agli autori dei messaggi. Per commentare tramite Facebook cliccare sul link al gruppo Facebook "Modugnonline.it" (clicca qui).

 

REDAZIONE ON LINE

alt
alt

Gruppo Grumonline su Facebook

Gruppo Modugnonline su Facebook

 

Community Login

L'iscrizione è GRATUITA!

I nostri lettori

2255256
OggiOggi1152
IeriIeri1595
Questa settimanaQuesta settimana6181
Questo meseQuesto mese29356
TotaleTotale2255256
Modugnonline.it