clicca per info

MODUGNO - Q.RE CECILIA: DOPO LA DEMOLIZIONE DEL "BUBBONE" SI PENSA GIA' AL PARCO URBANO

All'indomani della demolizione completa del "bubbone" del Quartiere Cecilia si pensa già al progetto di realizzazione del Parco Urbano...

MODUGNO: FAL, VENERDI’ 22 NOVEMBRE POSSIBILI DISAGI PER SCIOPERO FIT-CISL BASILICATA

Possibili disagi su treni e autobus delle Ferrovie Appulo Lucane venerdì 22 novembre a causa di uno sciopero di 24 ore degli Autoferrotranvieri di Basilicata proclamato dalla Fit-Cisl di Basilicata...

FAL: NEI GIORNI 19-20 NOVEMBRE SOPPRESSIONE TRENO 112 E SOSTITUZIONE BUS

Le Ferrovie Appulo Lucane informano che, per sopravvenute esigenze tecniche, nei giorni 19-20 novembre 2019 saranno apportate delle modifiche al programma ferroviario.

MODUGNO: LUNEDI 18 NOVEMBRE DEMOLIZIONE DELL'ULTIMO PEZZO DEL "BUBBONE" DEL QUARTIERE CECILIA

Il "BUBBONE" di sei piani scompare definitivamente dall'orizzionte dei residenti del quartiere Cecilia. Saranno conclusi oggi, infatti, i lavori di demolizione dell'immobile...

MODUGNO: TORNA IL CONCORSO DI PRESEPI ORGANIZZATO DALLA PARROCCHIA SANT'AGOSTINO

Torna il Concorso di Presepi organizzato dalla Parrocchia Sant'Agostino, giunto quest'anno alla sua quarta edizione...  

MODUGNO: IL 23 E 24 NOVEMBRE MONUMENTI APERTI

Nel fine settimana del 23 e 24 novembre Monumenti Aperti rifarà tappa in Puglia. Manifestazioni anche a Modugno...

MODUGNO: APPROVATO IL NUOVO PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE

È stata approvata all'unanimità dal Consiglio comunale tenutosi il 6 novembre scorso, la nuova pianificazione comunale in materia di Protezione Civile predisposta dall'Amministrazione in carica. Di seguito tutti i dettagli......

MODUGNO: AL VIA LA SPERIMENTAZIONE DEL "TAXI SOCIALE"

Prende il via la sperimentazione del servizio Taxi Sociale, per l'aiuto alla mobilità di anziani, disabili e invalidi...

MODUGNO: DOMENICA 17 NOVEMBRE TORNA LA FIERA DEL CROCIFISSO

L'edizione 2019 della Fiera del Crocifisso si svolgerà a Modugno nelle domeniche 10 e 17 novembre 2019, dalle ore 7:00 alle ore 19:00, interamente nel centro abitato di Modugno. Di seguito il programma completo di questa nuova edizione....

  • MODUGNO - Q.RE CECILIA: DOPO LA DEMOLIZIONE DEL "BUBBONE" SI PENSA GIA' AL PARCO URBANO

    Martedì 19 Novembre 2019 16:51
  • MODUGNO: FAL, VENERDI’ 22 NOVEMBRE POSSIBILI DISAGI PER SCIOPERO FIT-CISL BASILICATA

    Martedì 19 Novembre 2019 16:30
  • FAL: NEI GIORNI 19-20 NOVEMBRE SOPPRESSIONE TRENO 112 E SOSTITUZIONE BUS

    Lunedì 18 Novembre 2019 19:40
  • MODUGNO: LUNEDI 18 NOVEMBRE DEMOLIZIONE DELL'ULTIMO PEZZO DEL "BUBBONE" DEL QUARTIERE CECILIA

    Lunedì 18 Novembre 2019 11:09
  • MODUGNO: TORNA IL CONCORSO DI PRESEPI ORGANIZZATO DALLA PARROCCHIA SANT'AGOSTINO

    Giovedì 14 Novembre 2019 17:38
  • MODUGNO: IL 23 E 24 NOVEMBRE MONUMENTI APERTI

    Giovedì 14 Novembre 2019 12:49
  • MODUGNO: APPROVATO IL NUOVO PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE

    Mercoledì 13 Novembre 2019 13:44
  • MODUGNO: AL VIA LA SPERIMENTAZIONE DEL "TAXI SOCIALE"

    Venerdì 08 Novembre 2019 12:12
  • MODUGNO: DOMENICA 17 NOVEMBRE TORNA LA FIERA DEL CROCIFISSO

    Giovedì 07 Novembre 2019 16:39

modugno-SUPERHERO

Segui Redazione Online Network su Facebook


Home Notizie MODUGNO: SFRUTTAMENTO DI 7 OPERAI IN AZIENDA DI IMPORT/EXPORT. DENUNCIATI I PROPRIETARI

ALTRE NOTIZIE:     Binetto     Bitetto     Grumo     Sannicandro      Toritto


Condividi questa pagina sui Social

MODUGNO: SFRUTTAMENTO DI 7 OPERAI IN AZIENDA DI IMPORT/EXPORT. DENUNCIATI I PROPRIETARI

PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione Online Network    Venerdì 11 Ottobre 2019 12:47

Proseguono i controlli della “task force” dedicata al contrasto del fenomeno della intermediazione illecita e dello sfruttamento del lavoro su tutto il territorio provinciale. Nella giornata di ieri, gli stessi militari hanno deferito in stato di libertà un 55enne, titolare di una impresa di import/export ed il figlio 27enne, entrambi incensurati per sfruttamento di 7 operai...

 

 

 

 

Proseguono i controlli della “task force” dedicata al contrasto del fenomeno della intermediazione illecita e dello sfruttamento del lavoro su tutto il territorio provinciale. Nella giornata di ieri, gli stessi militari hanno deferito in stato di libertà un 55enne, titolare di una impresa di import/export ed il figlio 27enne, entrambi incensurati. 
 
Nel corso di preliminari servizi di osservazione, i militari operanti avevano focalizzato la loro attenzione su un capannone nella zona industriale di Modugno, ove riscontravano, alle prime ore del giorno, un andirivieni di operai di origine africana ed asiatica, a bordo di biciclette o anche a piedi, che raggiungevano il luogo di lavoro per abbandonarlo solo in tarda sera. Al fine di verificare il rispetto delle norme poste a tutela dei lavoratori, i militari decidevano di effettuare un controllo, accertando che in realtà si trattava di una vera e propria impresa di spedizioni all’intero della quale lavoravano almeno 7 operai di cui 4 africani e 3 cinesi, dei quali 2 irregolari sul territorio nazionale.
 
Tutti identificati dai militari  mentre erano intenti a scaricare un camion di addobbi natalizi. Veniva, inoltre,  accertato che il titolare era un cittadino cinese, ma di fatto le attività quotidiane erano dirette dal figlio, il quale aveva reclutato gli operai, stabiliva i turni, distribuiva le buste paga e autorizzava le pause.
 
Tutti i lavoratori erano occupati in condizioni di sfruttamento in quanto lavorando 10 ore al giorno, con paga oraria di euro 2,20 in luogo di euro 9,00 previsti dai contratti collettivi nazionali. Non erano stati sottoposti alla prescritta visita medica e non avevano ricevuto alcuna formazione sui rischi per la salute e sicurezza del lavoratore. Il controllo sugli operai era invece preciso e costante, basato su un sistema di telecamere interne che riprendevano tutte le loro prestazioni. Da parte loro, gli operai, bisognosi di lavorar per mantenere le famiglie nei paesi di origine, accettavano le condizioni di sfruttamento. 
 
Al termine degli accertamenti l’imprenditore ed “il caporale” sono stati deferiti in s.l. con l’accusa di sfruttamento del lavoro per omessa formazione dei dipendenti sui rischi per la salute e sicurezza sul lavoro e mancata valutazione delle condizioni di salute in relazione all’impiego; per la violazione delle disposizioni per il contrasto del lavoro irregolare; per il  divieto di assunzione di lavoratori privi di permesso di soggiorno e per il divieto di uso di impianti audiovisivi per il controllo dei lavoratori (l. nr. 300/1970).
 
Contestualmente sono state elevate sanzioni amministrative ed ammende per quasi 41.000,00 euro.
 
 
 
 
COMUNICATO SALA STAMPA CARABINIERI - PROVINCIA DI BARI

Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti. LA REDAZIONE NON E' RESPONSABILE DEI COMMENTI INSERITI: l'autore si assume tutte le responsabilità sul contenuto del proprio commento. I commenti diffamatori saranno consegnati alle autorità competenti, che potranno risalire agli autori dei messaggi. Per commentare tramite Facebook cliccare sul link al gruppo Facebook "Modugnonline.it" (clicca qui).

 

REDAZIONE ON LINE

alt
alt

Gruppo Grumonline su Facebook

Gruppo Modugnonline su Facebook

 

Community Login

L'iscrizione è GRATUITA!

I nostri lettori

3952736
OggiOggi10
IeriIeri1726
Questa settimanaQuesta settimana5557
Questo meseQuesto mese37178
TotaleTotale3952736